x
Username
Password
Resta collegato
Recupera Password

Reportage in breve
L’itinerario del viaggio parte dalla capitale Windhoek, situata nella zona centrale del paese, e prosegue verso sud, in direzione di Mariental, per esplorare il Kalahari, un deserto di sabbia rossa semi-arido che si estende in ben sei paesi: Namibia, Botswana, Sudafrica, Zimbabwe, Angola e Zaire. Percorrendo lunghe strade sterrate completamente deserte che attraversano interminabili pianure di erba secca di un giallo dorato chiarissimo, ci trasferiamo verso l’altro deserto, il Namib, il più antico del mondo. Con le sue alte dune di sabbia rossa, dalle forme insolite e armoniose e dalle infinite tonalità di colore, offre scenari emozionanti e talvolta surreali: il Sesriem Canyon, la mitica Duna 45 (la più fotografata al mondo), l’oasi di Sossousvlei e Deadvlei, un grande lago asciutto di un bianco abbagliante, circondato da un anfiteatro di dune color mattone e popolato dagli scheletri fossilizzati di acacie morte anneriti dal tempo. L’esperienza del deserto consente di provare sensazioni uniche di “interminati spazi” e i “sovrumani silenzi” e permette di entrare in contatto con le forme di vita che sorprendentemente lo popolano: le piante che hanno scoperto il modo di sfruttare l’umidità delle nebbie mattutine portate dalla corrente del Benguela e gli che animali hanno adattato il loro metabolismo a un ambiente così estremo. Il viaggio prosegue verso la costa Atlantica, in mezzo a scenari che mutano in continuazione: si attraversano il Tropico del Capricorno, il Gaub Pass e il Kuiseb Pass e si raggiunge Swakopmund, una cittadina dall’impronta marcatamente tedesca costruita in tipico stile coloniale; da qui un’emozionante escursione su un ultraleggero permette di esplorare dall’alto la mitica Skeleton Coast, con i suoi famosi relitti, e di ripercorre in volo il Namib in direzione contraria fino a Sossousvlei, per poi tornare ad ammirare il punto in cui le dune si gettano nell’oceano. L’escursione da Walvis Bay a bordo di un catamarano ci porta a conoscere da vicino la straordinaria fauna che vive nelle acque dell’oceano Atlantico ricchissime di plancton: otarie, gabbiani, pellicani, cormorani e addirittura balene! Dopo una breve visita alla riserva di otarie di Cape Cross, si prosegue verso una delle regioni più affascinanti della Namibia: il Damaraland, un vasto deserto roccioso dall’aspetto un po’ magico che ospita i rilievi più alti del paese. Particolarmente interessanti sono le incisioni rupestri di Twyfelfontain, risalenti a un periodo compreso tra il 6.000 e il 2.000 a. C e alcune formazioni geologiche molto particolari, come la Foresta pietrificata, le Organ Pipes e la Burnt Mountain. In questo paesaggio arido e inospitale si possono incontrare straordinarie piante millenarie (come la Welwitschia Mirabilis) e numerosi animali che si sono adattati al clima desertico e che vivono completamente liberi: rinoceronti neri, elefanti del deserto, leoni, zebre di montagna, kudu, giraffe, springbok e soprattutto orici, l’animale nazionale della Namibia. Durante l’ultima tappa del viaggio, che condurrà all’Etosha, una sosta a un villaggio Himba consente di conoscere da vicino il “popolo ocra”, una delle tribù più affascinanti della Namibia, che vive ancora secondo le proprie antiche tradizioni mantenendo immutato il proprio stile di vita. Gli emozionanti safari all’Etosha, una delle riserve naturali più grandi del mondo, permettono di esplorare il parco che ospita la più vasta concentrazione di specie animali dell’Africa australe: 350 specie di uccelli, 114 specie di mammiferi e 50 specie di serpenti, che si muovono liberi nel loro ambiente naturale. Un vero e proprio santuario della natura. Il viaggio termina nella capitale del Paese, Windhoek, il centro economico e commerciale del paese che si trova nell’altopiano centrale, a circa 1.750 metri sul livello del mare: una città piuttosto tranquilla e molto europea, nella quale i vecchi edifici coloniali convivono con grandi palazzi moderni molto lineari, occupati da banche, negozi e centri commerciali.

Altre riviste pubblicate
Vietnam
Kosovo
Thailandia
Malesia Peninsulare