x
Username
Password
Resta collegato
Recupera Password

Reportage in breve
L’itinerario del viaggio parte dalla visita della capitale Bangkok prosegue a Krabi (penisola a poche miglia di distanza da Phuket) e termina nuovamente a Bangkok con la visita dei canali rurali e con un giro della capitale a bordo di un tuk tuk, caratteristico mezzo thailandese. A circa 100 chilometri di distanza da Bangkok interessante la visita al mercato galleggiante di Damnoen Saduak, il più attivo e pittoresco della Thailandia: un lungo canale sul quale si trovano ormeggiate piccole imbarcazioni che vendono prodotti alimentari, frutta, verdura, carne, pesce, fiori e oggettistica varia. Uno spettacolo di colori, profumi, odori e suoni. Il viaggio continua con la visita del Nakorn Phatom Phra Phatom Chedi, il più antico tempio buddhista della Thailandia, caratterizzato dal più grande stupa del sud-est asiatico con i suoi 127 metri e con la visita al Rose Garden, un parco in riva ad un lago dove pranziamo immersi nella vegetazione dei bellissimi giardini del centro: stupendi e molto ben curati. A Bangkok non poteva mancare la visita del Palazzo Reale situato sulla riva orientale del fiume Chao Phraya (fatto costruire da Re Rama I nel 1782) e dei più famosi e suggestivi templi buddhisti: il Wat Phra Keo (che ospita il Buddha di smeraldo), il Wat Pho (con il più grande Buddha sdraiato della Thailandia) e il Wat Traimit (con l’imponente statua di tre metri del Buddha in oro massiccio). Il viaggio prosegue per Krabi dove alloggiamo nella stupenda struttura del Tubkaak Resort: fantastico Boutique Hotel di 42 camere in perfetto stile Thai perfettamente inserito nella vegetazione tropicale proprio il prossimità della meravigliosa spiaggia che si affaccia sui caratteristici faraglioni delle isole andamane. L’itinerario continua con la visita dell’isola di Koh Hong (approdo a Pelay Beach, la spiaggia principale) e con la scoperta di un altro delizioso isolotto: Koh Pak Bia. Incommisurabile lo spettacolo offerto dalle Phi Phi Islands. Giungiamo infatti a Maya Beach, la famosa baia situata nella parte centrale di Phi Phi Lay, l’isola più bella e selvaggia, completamente disabitata, priva di strutture ricettive e ricca di spiagge deserte. Il Tour prosegue verso Ao Pilah, l’incantevole laguna dai fantastici fondali posta sul lato opposto dell’isola da cui si raggiungono le Viking Cave, profonde ed ampie grotte all’interno delle quali vive ancora una comunità Thai che trae sostentamento dalla vendita dei nidi delle salangane. Imbarcati su una delle caratteristiche long tail, il viaggio continua con la visita dell’Isola di James Bond (Khao Ta Poo), bella e famosa location del film interpretato da Roger Moore nel 1975 “L’uomo dalla pistola d’oro”. Il viaggio seguita con il ritorno a Bangkok per effettuare l’ultima escursione prevista: la visita ai “khlong” ovvero ai canali rurali; percorriamo infatti la sponda occidentale del Chao Phraya lungo la fitta rete di canali che conduce a Thonburi, l’altra anima della capitale. La pubblicazione si conclude con alcune sezioni tematiche dedicate esclusivamente ad immagini fotografiche di volti, fiori e frutta esotica: Il fascino di un volto Thai, La Venere della Giungla, L’imbarazzo della scelta.

Altre riviste pubblicate
Namibia
Vietnam
Kosovo
Malesia Peninsulare