x
Username
Password
Resta collegato
Recupera Password
LEM Art Group 2009 - Calendari, Agende
1 dicembre 2009

Legami Mountain Calendar 2012
1 dicembre 2012

Oasis Magazine - Articolo
15 maggio 2011

La Repubblica - Articolo scientifico
29 luglio 2012

Oasis Magazine - Portfolio
15 maggio 2013


Corpo Canon 5D Mark II
Canon 7D

Ottiche Canon 17-40mm f/4
Canon 35mm f/2
Canon 50mm f/1.8
Canon 100-400mm f/4.5-5.6
Canon 500mm f/4

Accessori Extender 1.4x
Extender 2x
Filtro B+W Polarizer
Filtro Lee ND Grad 0.3
Filtro Lee ND Grad 0.9
La fauna dell'isola di Mull
Scozia - 15 luglio 2013

Il cervo d'Abruzzo
Italia - 5 ottobre 2013

Il camoscio alpino
Italia - 19 aprile 2014

Il tour dei fiordi e delle cascate
Norvegia - 14 giugno 2014

La fauna dell'isola di Runde
Norvegia - 5 luglio 2014

Salendo verso il cielo
Roma - 4 aprile 2007

Paesaggio e fauna della Scandinavia
Roma - 2 febbraio 2010

Personale
Latina - 5 febbraio 2010

Personale
Pomezia - 3 maggio 2010

Alessandro Terzi nasce a Roma il 28 giugno 1971. La passione per la fotografia inizia nel 1992 quando comincia a fotografare con la reflex del padre, la grandiosa Minolta SRT 303b. Amante della montagna e dei suoi ritmi, inizia a ricercare un tema compositivo che lo contraddistingua. Lo trova nella fotografia naturalista. Fotografare il paesaggio e gli animali diventa presto il suo obiettivo che cerca di perseguire mostrando la bellezza della natura e raccontando le stesse emozioni che prova quando fotografa in montagna. Dopo anni di fotografie con la pellicola, nel 2006 si avvicina al mondo digitale. Elabora presto un workflow personale che conduce dallo scatto iniziale RAW al prodotto finale, ovvero alla stampa. Nel 2007 realizza e pubblica un suo sito personale, con lo scopo di mostrare al mondo le sue fotografie. Inizia a viaggiare molto e dedica tutto il proprio tempo libero alla fotografia naturalistica frequentando riserve, oasi e parchi, sia italiani che europei. Sempre nel 2007 realizza la sua prima mostra fotografica dal nome "Salendo verso il cielo" organizzata dal FNUR presso l'Università degli Studi di Roma "La Sapienza". La mostra racconta gli scatti salienti realizzati dal mare verso l'alta quota. Nel 2008, ha inizio la collaborazione con l'editore LEM ART di Milano. Questa collaborazione, nel 2009, porterà alla realizzazione di calendari ed agende distribuite a livello nazionale ed internazionale. Sempre nel 2009, spinto dalla profonda convinzione della salvaguardia delle aree protette, diviene socio ordinario della LIPU. Nello stesso anno vince una sezione del concorso internazionale di fotografia naturalistica "Istanti di Natura, dal Millesimo all'Infinito" patrocinata dalla Università Popolare Tirrenica di Scienze Naturali ed alcune delle sue fotografie di animali vengono esposte all'interno della mostra "Gemme nel blu" a Latina. Nel 2010 incontra di nuovo il FNUR presentando la sua terza mostra fotografica dal nome "Paesaggio e fauna della Scandinavia" ed inizia ad insegnare fotografia naturalistica. Nello stesso anno presenta il suo portfolio all'Associazione Fotocolture di Roma e nel periodo 3-16 maggio espone la sua mostra personale dal titolo "Paesaggio e Fauna Europei", all'interno della mostra Magnificat Ars Naturam presso la Torre Civica del Comune di Pomezia. Dal 2011 collabora con la rivista Oasis, La Repubblica e l'editore LEGAMI. I parchi del nord europa situati principalmente nelle Highlands scozzesi o tra le montagne norvegesi sono il suo principale interesse, sempre alla ricerca della fauna selvatica o della visione di un grande paesaggio!
Alessandro, Quando hai iniziato a fotografare?
A vent'anni.
La fotografia. Quando hai deciso di intraprenderla più seriamente?
Nel 2006 quando, con il passaggio alla tecnica digitale, ho intensificato l'attività.
A quale genere di fotografia ti senti più vicino? E per quale motivo?
La fotografia naturalistica è il mio unico genere. Non amo ritrarre persone o contesti vicini all'essere umano. Amando la montagna e la fauna che la abita non posso fare a meno di riportare a casa gli scatti dei luoghi che abitualmente frequento.
Hai qualche consiglio da dare ai nostri lettori per questo tipo di fotografia?
Intraprenderla con etica ed approcciarla dal punto di vista scientifico. Accostarsi alla fotografia naturalistica attraverso un workshop ritengo sia il miglior modo per comprendere la bellezza di questa disciplina.
Qual è la qualità più importante per essere un bravo fotografo?
Sicuramente la tenacia ma in ogni caso avere la visione compositiva innata nel sangue.
Come hai curato la tua formazione?
Assolutamente da autodidatta studiando biologia animale e teoria fotografica per anni.
Hai avuto dei modelli ispiratori?
Uno su tutti: Ansel Adams.
La tua maggiore soddisfazione... quale è stata?
Entrare a fare parte dei collaboratori di Oasis.
Dopo tanti anni di esperienza, c'è un progetto che ti è rimasto indietro e che vorresti portare a termine?
Un libro che racchiuda i miei migliori scatti.
C'è una foto alla quale sei particolarmente affezionato?
Il falco pescatore che porta ai suoi due piccoli un salmone appena pescato. Fotografia scattata in Scozia nell'agosto 2011.
Hai un aneddoto curioso da raccontarci?
Un sub che stava fotografando un fiume in Abruzzo, uscendo dall'acqua proprio nel punto in cui io ero posizionato a fotografare il paesaggio, si scusa perchè probabilmente mi aveva rovinato gli scatti che stavo eseguendo. In realtà utilizzando un polarizzatore non mi ero accorto della sua presenza e nell'uscire dall'acqua con tanto di muta mi ha quasi provocato un infarto.
La prossima esperienza che vorresti fare?
Fotografare l'arrivo dell'inverno in Islanda.
Nome Alessandro
Cognome Terzi
Luogo di nascita Roma
Data di nascita 28/06/1971
Luogo di residenza Roma
Recapito telefonico 335-7833531
E-mail alessandro.terzi@gmail.com
Sito web http://www.alessandroterzi.com
Profilo facebook http://www.facebook.com/pages/Alessandro-Terz[...]
Tramonto a stintino
Tramonto a Stintino è una fotografia che è stata eseguita con l'ausilio dei filtri Lee ND Grad 0.6 e 0.9 abbinati assieme per assorbire ben cinque stop di luce nella parte alta della scena inquadrata. Scattata ad agosto 2010 mostra il rollio del mare quando il tramonto era già passato.
Macchina: Canon EOS 5D Mark II
Obiettivo: Canon 17-40mm f/4
Profondità: 17mm
Tempo di scatto: 15"
Mano libera: No